Ecomuseo della Resistenza

L’ecomuseo della Resistenza si incentra su un itinerario tematico che si snoda, attraverso 28 tappe, nella Val Pellice, lungo un percorso di circa 85 km, che ricalca le vie percorse dai partigiani durante la Resistenza nella seconda guerra mondiale. L’ecomuseo interessa, oggi, quattro comuni: Bricherasio, Luserna San Giovanni, Torre Pellice e Angrogna. È possibile effettuare itinerari più corti a seconda della necessità e del tempo a disposizione. In particolare sono stati studiati quattro itinerari di circa 25 km l’uno, percorribili in parte su strada e in parte su sentiero.

Nel comune di Bricherasio, in località San Michele, il centro di documentazione ricavato nel locale al piano terra di una ex scuola, che ospita anche, al primo piano, gli “Amici di San Michele” che lo gestiscono, costituisce un luogo di aggregazione e il punto dove si può conoscere il fenomeno della Resistenza e le vicende specifiche della zona.

Anche il comune di Luserna San Giovanni sta terminando l’allestimento di un centro di interpretazione.

Il Comune di Torre Pellice rientra nell’ambito di questo ecomuseo poiché vanta, all’interno dell’ex caserma Ribet, un tempo punto strategico della milizia fascista, una sezione dedicata interamente alla Resistenza, sede distaccata della biblioteca comunale, con oltre 2000 libri, molti dei quali donati dagli stessi cittadini del territorio.

Il punto informativo nel comune di Angrogna è situato presso la biblioteca civica.

Il tempo di visita varia a seconda delle modalità e della parte che si sceglie di visitare.

Informazioni

Comunità Montana del Pinerolese – Servizio Turismo tel. 0121.802596 (mattino);

email: viviana.suppo@cmpinerolese.it;

Visite guidate: Associazione Culturale e Naturalistica La Jumarre tel. 0121.944233 – 3336386865 – email: rifugiojumarre@dag.it